Bottega di Architettura

L’ARCHITETTURA NON È MA AVVIENE. COSTELLAZIONI

13 Ago , 2018 - News, Pensieri sull'architettura

Nei nostri lavori, spesso parliamo di quanto il progetto sia senza confini. Di quanto tutto ciò che avviene possa divenire architettura, e di come il nostro agire tenda sempre allo svelare un lato unico e potenziale di ogni contingenza. Rendere speciale ogni momento è una frase che molti ripetono, ma cosa significa? Significa anche scoprire che ogni volta che aggiungiamo un pezzo di un edificio, di un appartamento, di un arredo, possiamo andare oltre. E creare qualcosa che arricchisca la nostra esperienza del quotidiano, il nostro vivere ordinario, rendendolo quindi, davvero, speciale.

Vittorio Gregotti, in un testo di qualche anno fa, scriveva una frase a cui siamo molto affezionati:

“In particolare la verità in architettura si produce a partire dal duplice rischio della relazione tra autonomia della ricerca di un fondamento del proprio fare ed eteronomia dell’occasione […] Non vi è un sapere costituito della verità nelle pratiche artistiche, ma solo produzione di verità: la verità non è ma avviene” (“Incertezze e simulazioni”, Skira, Milano 2011, p. 23).

Così è per l’architettura.

Così è per Costellazioni. Un progetto che inventa un’occasione, e che trasforma l’ordinario in straordinario.

 

l'architettura non è, ma avviene. Costellazioni | Bottega di Architettura

l'architettura non è, ma avviene. Costellazioni | Bottega di Architettura

 

Condividi l'articolo

Tag:
, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Riproduzione riservata